Cosa sono gli NFT e come crearli

Cosa sono gli NFT e come crearli

Avresti mai scommesso sulla potenza delle rivoluzioni digitali che ci hanno portato oggi a godere di innovazioni in grado di rivoluzionare la nostra vita?

Parlo di Bluetooth, Social Network di aggregazione virtuale, piattaforme per conversazioni faccia a faccia e che abbattono la distanza, YouTube e l’esplosione dei video, il touchscreen degli Smartphone, Bitcoin, l’Intelligenza Artificiale, il Cloud, la realtà virtuale e  aumentata

C’è da avere i brividi a pensare a quanto sia stata preziosa ogni singola forma di cambiamento! Non credi? E in questo boom di innovazioni non poteva mancare il riferimento alla star del momento: gli NFT!

NFT COOOSA?

Gli NFT – non fungible token (gettoni non replicabile) – sono a tutti gli effetti il corrispondente digitale del certificato di proprietà di un bene (digitale), in cui il “notaio” è un database distribuito tramite blockchain, impossibile da falsificare o modificare. Rispetto alle criptovalute (sostituibili), i token non sono in alcun modo intercambiabili tra loro. 

In soldoni, ogni singola transazione tra utenti è tracciata e registrata in un registro digitale condiviso e immutabile: i dati sono raggruppati in blocchi concatenati in ordine cronologico e la crittografia ne garantisce l’integrità assoluta; tutto ciò li rende molto più affidabili delle criptovalute. 

NFT: come crearne uno

Ad ogni creazione digitale verrà associata una sequenza di numeri che ne garantisce nel tempo la tracciabilità e l’immutabilità del token stesso. Il codice generato, detto hash, verrà registrato su blockchain, tramite smart contract, e da questo momento il token potrà essere scambiato sui marketplace dedicati. 

NFT: l'innovazione che non ti aspetti

L’innovazione sta nel poter certificare il possesso di tutto ciò che creiamo digitalmente: una foto scattata e poi rivisitata tramite pc o altri mezzi, il testo di una canzone su un documento, una poesia in TXT, un disegno e via dicendo.

Altro punto da sottolineare è che nessun altro potrà vantare diritti sul contenuto in NFT: questo rimpiazza il concetto di copyright, il quale prevede che per tutelare la propria idea sia necessario registrare brevetti in ogni nazione in cui il contenuto verrà sfruttato.

NFT: conclusioni

Credo sia fondamentale continuare ad informarsi, sperimentare (se realmente incuriositi), essere aperti al cambiamento e valutare oggettivamente come nuove invenzioni possano migliorare la nostra vita.

Gli NFT cambiano radicalmente il modo in cui  viene gestita la proprietà, instaurando un contratto tra te e la community di cui farai parte, garantendo i tuoi diritti e identificandoti come unico possessore. Sono già in questo mondo nomi come Coca Cola, Gucci, McDonald’s, Adidas e tanti altri.

Ci pensi a quanto sia potente aver la possibilità di comprare e quindi sostenere l’opera digitale di un’altra persona? Vuol dire contribuire al successo di un creatore di contenuti e beneficiarne economicamente.



Potrebbe incuriosirti la creazione di un NFT?
Parliamone nei commenti!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto